Cessione del Quinto a Dipendenti

Cessione del quinto a dipendenti

La cessione del quinto a dipendenti e la delega di stipendio sono concesse a tutte le categorie di dipendenti: Statali, Pubblici e Privati, ma con qualche significativa differenza. Infatti le categorie di lavoratori per la concessione della cessione o della delega del quinto dello stipendio hanno valutazioni diverse e si suddividono:

  • Dipendenti di Amministrazioni Pubbliche;
  • Dipendenti di Aziende Private;
  • Per tutti vale la regola: lavoro a tempo indeterminato.

Vediamo nel dettaglio le differenze per la cessione del quinto a dipendenti.

I Dipendenti Statali e Pubblici fanno categoria a se: infatti, a differenza dei dipendenti privati già con la prima busta paga ottengono  il massimo della cessione del quinto a dipendenti e se lo richiedono possono avere anche il massimo della delega di stipendio. Hanno bisogno di poca documentazione e possono avere il massimo in qualsiasi momento la richiedano. Tutto ciò deriva dalla sicurezza del posto lavoro.

Diversa invece è la valutazione che deve essere fatta per la concessione della cessione del quinto a dipendenti privato.
Le verifiche in particolare riguardano società riconosciute idonee per il finanziamento:

  • SPA
  • Srl
  • Snc
  • Sas
  • SCARL.

Non sono ammessi al finanziamento i dipendenti delle ditte individuali.

Numero di dipendenti per ottenere la cessione del quinto:

  • Il numero dipendenti minimo per le Cessioni è 16.
  • Il numero dipendenti minimo per le Small Business è 5.

Valutazione CERVED

Servizio di consultazione per la valutazione economico/finanziaria dell’impresa oggetto della verifica (patrimonio, bilanci, utili e eventuali protesti amministratori)

Valutazione della Assunzione del Rischio Assicurativo (GeCo)

La Ditta dove lavora il richiedente viene valutata e classificata con un punteggio che va da 1 a 7. Il numero che sarà assegnato alla ditta sarà usato come moltiplicatore del TFR accantonato del richiedente. Si ottiene così il montante massimo finanziabile.
TFR accantonato alla data ultima verificabile e comunicata dal Datore lavoro.

Età del richiedente: esiste il limite della età del richiedente che va in pensione; attualmente è fissata a 66 anni per l’uomo e 62 per la donna e quindi per avere una cessione del quinto a dipendenti della durata di 10 anni non possono avere rispettivamente più di 56 anni e più di 52 anni.

Nota: non esiste questo problema per il Dipendente Statale/Pubblico in quanto la /le quote cedute vanno trasferite alla pari sulla Pensione.

È evidente che la cessione del quinto è un prestito le cui garanzie sono rappresentate dallo stipendio e dal TFR sui quali viene costituito un blocco attraverso la notifica, intoccabile fino alla scadenza del contratto.

Affidati a PrestitiA, leader nella consulenza e preventivo cessione del quinto.

Richiesta sicura

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

MutuiA: il sito di riferimento per il tuo preventivo mutuo su misura.